Prevenzione del disagio giovanile

Nel nostro istituto, per le classi quinte, si è svolto un incontro riguardante la prevenzione del disagio giovanile promosso dalla Pastorale Giovanile cittadina guidata da don Salvo Cumia insieme al progetto "Le Ginestre", guidato dalla dottoressa Nuccia Morselli e con altri specialisti, il dottor Salvatore De Simone e le dott.sse Incorvaia, Cimino e Inzinzola.

Molte ricerche compiute negli ultimi anni sul disagio adolescenziale e, nella fattispecie, sui disturbi alimentari, su atti di bullismo che sfociano in atteggiamento mafioso e sulla dipendenza dei videogiochi, denotano il disagio dei nostri ragazzi e sembra che tali fenomeni siano diventati molto frequenti, così come la loro incapacità o impossibilità di stabilire un rapporto e di comunicare con gli adulti, visti spesso, come ostacolo per la propria crescita ed autonomia.

È dovere di tutte le agenzie educative mettere i ragazzi nelle condizioni di vivere in un ambiente in cui possano sviluppare una coscienza critica, individuale e sociale. Per costruire una società sana è necessario aggiungere una condizione di benessere emotivo, personale e collettivo.

Il progetto punta a favorire processi di prevenzione e di sensibilizzazione, attuando interventi di educazione all’affettività anche attraverso un sistema di buone pratiche comportamentali legate al rispetto delle regole.

Pubblicata il 07 dicembre 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.